SONNO: ITALIANI SOGNANO MENO, 'COLPA' DI STRESS E CATTIVI STILI VITA
SONNO: ITALIANI SOGNANO MENO, 'COLPA' DI STRESS E CATTIVI STILI VITA
L'ESPERTO, CONDANNATI A RIVIVERE DI NOTTE REALTA' QUOTIDIANA

Milano, 12 mag. (Adnkronos Salute) - Gli italiani sognano sempre di meno. Colpa dello stress e dei ritmi di vita serrati che sono costretti a sostenere durante il giorno. "Una condizione che influisce negativamente sulla qualit del sonno e di conseguenza sui sogni", spiega all’ADNKRONOS SALUTE Luigi Ferini Strambi, responsabile europeo della 'World association of sleep medicine' e direttore del Centro di medicina del sonno all'universit Vita-Salute del San Raffaele di Milano.

"Molti italiani vivono in una situazione di privazione da sonno, un 5% vittima della sonnolenza diurna, uno su tre soffre di insonnia. Tutte situazioni che modificano le nostre abitudini, compreso il modo di dormire e di sognare". Le azioni quotidiane, gli ambienti in cui viviamo e lavoriamo, possono perfino penetrare nei sogni. “E se vero che in condizione di privazione da sonno si sogna meno, succede anche che si ricordino pi a lungo le visioni notturne - prosegue l’esperto - Nel sonno, poi, la nostra mente riproduce situazioni di vita reale, sempre pi legate alle nostre esperienze”. Dall’automobile all’ufficio, dalla cucina di casa al bar dove si va ogni giorno a fare colazione, ecco le ambientazioni pi frequenti. Condannati a non staccare mai la spina, neanche di notte. L’esercito di italiani stressati continuerebbe infatti a replicare nel sonno gli aspetti pi significativi del lavoro e delle relazioni sentimentali, gli incontri della giornata, le disavventure e le preoccupazioni continue. Finendo per alimentare un circolo vizioso dal quale si ricava ulteriore stress. (segue)

(Lus/Adnkronos Salute)