SANITA' BASILICATA: INCHIESTA WOODCOCK, INTERCETTATI MASTELLA E 8 PARLAMENTARI (2)
SANITA' BASILICATA: INCHIESTA WOODCOCK, INTERCETTATI MASTELLA E 8 PARLAMENTARI (2)

(Adnkronos Salute) - Il periodo a cui fanno riferimento le telefonate intercettate riguarda i primi tre mesi dell'anno. Il gip Gerardina Romaniello nei prossimi giorni nominer un perito per la trascrizione delle telefonate prima della decisione di inviare la richiesta alle Camere. L'inchiesta di Woodcock e' incentrata sulla sanita' lucana per presunti casi di corruzione. In questo ambito le telefonate intercettate ai parlamentari servirebbero "non a evidenziare reati - riporta oggi il quotidiano 'La Gazzetta del Mezzogiorno' - ma solo a definire il contesto in cui si svolgevano i fatti".

Sulla sanit e sull'inchiesta della Procura di Catanzaro verteva la telefonata intercettata tra il governatore della Basilicata, Vito De Filippo, e il ministro Clemente Mastella. Nella telefonata Mastella esprimeva il "pensiero politico" (cos poi il ministro lo ha definito in un'intervista) che il Direttore Generale dell'azienda sanitaria San Carlo, Michele Cannizzaro, non potesse pi restare al suo posto dal momento che la moglie, il magistrato Felicia Genovese, era sotto la lente di ingrandimento della Procura di Catanzaro per l'inchiesta sulle toghe lucane. A distanza di giorni, Cannizzaro si dimise. Quando trapel la notizia, Mastella e il governatore lucano spiegarono che la telefonata era stata solo uno scambio di idee, senza 'pressioni' e che la conversazione era scaturita da un'intervista che Mastella aveva rilasciato ad un quotidiano e in cui aveva gi affermato lo stesso concetto.

(Adnk/Adnkronos Salute)