SANITA' VENETO: MARTINI, NASCE RETE PER EMERGENZA INFARTO
SANITA' VENETO: MARTINI, NASCE RETE PER EMERGENZA INFARTO

Venezia, 5 dic. (Adnkronos Salute) - L'infarto del miocardio resta la prima causa di morte in Veneto: ogni anno vengono ricoverati in ospedale 7 mila pazienti, con una mortalit media del 15%. Per questo la Regione ha dimostrato particolare attenzione alle malattie cardiovascolari, recependo la legge che prevede l'utilizzo dei defibrillatori semiautomatici fuori dall'ospedale anche da parte di personale sanitario non medico e di personale non sanitario, con specifica formazione nel campo della rianimazione cardiopolmonare. "Abbiamo attivato la prima rete interospedaliera per il trattamento in emergenza dell'infarto del miocardio acuto - spiega in una nota l'assessore alle Politiche sanitarie, Francesca Martini - all'interno di una strategia terapeutica integrata".

Cos, al Centro di coordinamento per l'emergenza e urgenza "abbiamo affidato la realizzazione di una campagna di informazione tesa a migliorare l'utilizzo del 118, mentre al Servizio epidemiologico regionale abbiamo demandato l'istituzione di un registro veneto per monitorare sia il processo, che i risultati delle azioni cliniche intraprese. Sempre al Centro di coordinamento per l'emergenza e urgenza - prosegue l'assessore - stato chiesto di istituire una commissione di studio per valutare l'appropriatezza della gestione dei casi di infarto acuto del miocardio in terapia intensiva cardiologica, nei laboratori di emodinamica, nei servizi di emergenza ed urgenza". (segue)

(Red-Mal/Adnkronos Salute)