ALZHEIMER: SCRITTORE MALATO ATTACCA AGENZIA DEL FARMACO GB
ALZHEIMER: SCRITTORE MALATO ATTACCA AGENZIA DEL FARMACO GB
TERRY PRATCHETT CONTRO NICE PER RESTRIZIONI SU USO MEDICINALE AD HOC

Milano, 18 ago. (Adnkronos Salute) - Ore difficili per il National Institute of Health and Clinical Excellence (Nice) britannico, che ha il compito di valutare il rapporto costo-beneficio dei nuovi farmaci. A sferrare l'attacco contro l'ente regolatorio Gb lo scrittore Terry Pratchett, 60 anni, affetto da una rara forma di Alzheimer precoce. Intervenendo alla trasmissione 'Panorama' dell'emittente inglese Bbc, l'autore ha infatti criticato la decisione con cui, a fine 2006, il Nice ha limitato l'impiego del farmaco Aricept* (donepezil cloridrato) ai malati in stadio pi avanzato. Una restrizione che, protesta Pratchett, suona come "un insulto" per i pazienti, in particolare per quelli pi giovani e pi disagiati.

Dopo la diagnosi avvenuta nel dicembre 2007, Pratchett assume l'Aricept* pagandolo di tasca propria. All'attivo 55 milioni di libri venduti in tutto il mondo - riferisce la Bbc online - lo scrittore precisa tuttavia di non preoccuparsi tanto per s, quanto per i malati economicamente pi svantaggiati. La terapia costa infatti circa 2,50 sterline al giorno. Dal canto suo, il Nice difende per la decisione di limitare il trattamento ai pazienti in fase avanzata: un 'contrordine' rispetto al pronunciamento iniziale del 2001, con cui l'ente raccomandava il medicinale come terapia standard: "Le evidenze parlano chiaro", assicura il direttore dell'agenzia, Andrew Dillon, e indicano che il servizio sanitario nazionale non deve rimborsare il trattamento a base di Aricept* ai malati prima che questi siano entrati in uno stadio moderato della patologia.

(Opa/Adnkronos Salute)