SESSO: LO STUDIO, AVANCE E MOLESTIE 10 VOLTE PIU' COMUNI PER PRECARIE
SESSO: LO STUDIO, AVANCE E MOLESTIE 10 VOLTE PIU' COMUNI PER PRECARIE

Roma, 10 set. (Adnkronos Salute) - Non bastavano l'insicurezza sul futuro e la preoccupazione per le proprie sorti lavorative, una volta scaduto il famigerato contratto a progetto: ora ci si mettono anche le molestie sessuali a rendere la vita delle donne, in particolare quelle precarie, ancora pi difficile. Uno studio condotto da esperti dell'universit di Melbourne (Australia) dimostra infatti che avance e tentativi violenti di seduzione sono dieci volte pi comuni fra le lavoratrici 'a termine' rispetto a quelle che hanno un impiego fisso.

Forse perch si pensa che rimarranno poco in quell'ufficio o forse perch la 'flessibilit' rende realmente pi vulnerabili: sta di fatto che secondo l'indagine - i cui risultati saranno presentati in occasione della V Conferenza mondiale sulla promozione della salute mentale, in programma da oggi nella cittadina australiana - quasi l'80% di chi ha subito avance sul posto di lavoro donna, dunque la quasi totalit. Ed il lavoro occasionale o a progetto a far aumentare le chance di incappare in un molestatore fra computer e scrivania: nel primo caso le possibilit si quintuplicano, mentre quando si riceve un incarico a tempo crescono addirittura di dieci volte. "Il luogo di lavoro - commenta Todd Harper, presidente della Victorian Health Promotion Foundation - si mostra in questa ricerca come un ambiente molto importante dove poter prevenire il disagio psicologico. Le molestie sessuali, infatti, fanno lievitare il rischio di disturbi psicologici e, in pi, sono comportamenti altamente costosi per le aziende, che dovrebbero effettuare controlli sul benessere dei dipendenti e dei collaboratori per evitare queste situazioni".

(Bdc/Adnkronos Salute)