SALUTE: 300 SALVACUORE NEI CENTRI SPORTIVI, PROGETTO A MILANO
SALUTE: 300 SALVACUORE NEI CENTRI SPORTIVI, PROGETTO A MILANO
LANDI, 200 ELETTROCARDIOGRAFI E 100 DEFIBRILLATORI CONTRO ABOLIZIONE CERTIFICATO MEDICO

Milano, 29 set. (Adnkronos Salute) - Strumentazioni salvacuore nei centri sportivi milanesi, per garantire la salute dei baby-atleti e permettere interventi d'emergenza in caso di sos. "Stiamo lavorando in collaborazione con il Comitato olimpico nazionale italiano (Coni) a un progetto che permetter di attrezzare i centri sportivi con 200 elettrocardiografi mobili e 100 defibrillatori - annuncia l'assessore alla Salute del Comune di Milano, Giampaolo Landi di Chiavenna, oggi nel capoluogo lombardo durante il convegno 'Salute nello sport: in campo senza rischi' - Il progetto coinvolger in via sperimentale 95 centri sportivi", quindi "potrebbe essere esteso anche ad altre realt minori". La spesa intorno ai 350 mila euro, aggiunge Landi, che intende portare "in Giunta tale proposta di deliberazione quanto prima".

Lo scopo "garantire a giovani e giovanissimi un controllo preventivo circa la propria idoneit a svolgere attivit fisicamente impegnative", afferma l'assessore, confidando "che l'iniziativa inneschi un circolo virtuoso per cui le pi grandi associazioni sportive, che hanno le possibilit economiche per farlo, acquistino poi direttamente la strumentazione". Il progetto prevede un severo protocollo per la formazione all'uso della strumentazione, e punta anche a "implementare la cultura dello sport - evidenzia Landi - coadiuvando i giovani con uno psicologo e un nutrizionista". Gli elettrocardiografi mobili verranno consegnati ad associazioni sportive dilettantistiche e giovanili, si legge in una nota di Palazzo Marino, mentre i defibrillatori andranno a strutture sportive milanesi. Con questo progetto Landi invoca dunque una "soluzione alternativa" all'abolizione del certificato di buona salute per l'idoneit alle attivit sportive non agonistiche. Provvedimento che "pu avere contraccolpi imprevisti", infatti il timore espresso dell'assessore alla Salute. (segue)

(Red-Opa/Adnkronos Salute)