TUMORI: OLIVIERO TOSCANI CONTRO IL CANCRO AL SENO (3)
TUMORI: OLIVIERO TOSCANI CONTRO IL CANCRO AL SENO (3)
FRA LE TESTIMONIAL MONICA GUERRITORE, CAMBIEREMO VOLTO ALLA MALATTIA

(Adnkronos Salute) - "Prima di scoprire la malattia mi preoccupavo ogni mattina di abbinare il reggiseno alla maglietta, o di indossarne uno che non risultasse volgare", ricorda Nadia, sportiva 'fanatica' del podismo, impiegata in una societ di telecomunicazioni e curata nel Lazio. "Poi d'un tratto mi sono vista crollare il mondo addosso e il rapporto con la mia intimit si trasformato. Quando ti ammali - fa notare - da un giorno all'altro il tuo corpo alla merc di tutti. I medici ti esaminano, ti visitano di continuo" e i vecchi pudori svaniscano. "Ora me ne frego se la maglietta non si abbina al reggiseno". Con la lucidit di chi si salvata grida "ce l'ho fatta". E a chi come lei si trova costretta a reagire a una diagnosi che ti stende come un pugno nello stomaco, "dico di combattere e di andare avanti. Uscirne si pu".

Davanti all'obiettivo del padre oggi sorride anche Olivia. "Ho temuto di non poter veder crescere i miei tre figli, il pi piccolo allora aveva solo due anni - si legge sulla foto che la ritrae - Oggi sono guarita e piena di fiducia". Posare per pap in fondo " stata la cosa pi facile". Pi difficile spiegare la propria scelta ai figli, "tre maschi, uno dei quali ancora contrario alla mia partecipazione a questa campagna - confessa - Ma un giorno capir, e se questo servir a salvare anche solo una vita avr ottenuto il mio successo". Terza testimonial Monica Guerritore, che parla serena di quella "mattina come tutte le altre", quando il cancro l'ha colpita "nella parte mia pi delicata". Un giorno "il nodulo che periodicamente tenevo sotto controllo si trasformato. Mi immaginavo gi con un corpetto di cuoio e un seno solo, modello amazzone" della mitologia, ma "il professor Veronesi mi ha sgridata e mi ha detto che quello era il passato. Per lunghi anni, praticamente un secolo, le donne hanno avuto del tumore al seno un'immagine di devastazione, dolore, mutilazione. Questa campagna potr cancellare quell'immagine".

(Opa/Adnkronos Salute)