CASO ENGLARO: ANESTESISTA CHE SEGUI' WELBY, PRESSIONI SU ORDINE MEDICI UDINE
CASO ENGLARO: ANESTESISTA CHE SEGUI' WELBY, PRESSIONI SU ORDINE MEDICI UDINE
RICCIO, MA TRANQUILLO SU ESITI VICENDA PER DE MONTE

Roma, 10 feb. (Adnkronos Salute) - L'Ordine dei medici di Udine " sicuramente soggetto a forti pressioni" affinch assuma al pi presto provvedimenti disciplinari nei confronti di Amato De Monte, il medico che ha guidato l'equipe nella clinica di Udine dove morta Eluana Englaro. Ne convinto Mario Riccio, l'anestesista che accompagn Piergiorgio Welby nel suo ultimo viaggio, e che all'ADNKRONOS SALUTE spiega: "sono certo che coloro che ieri erano sotto le finestre dove era ricoverata Eluana e che hanno parteggiato affinch non venissero fermate alimentazione e idratazione artificiali, oggi sono gi impegnati a far pressione sull'ordine di Udine, esattamente come avvenne nel mio caso".

"C' una forte sovrapposizione nell'evoluzione della storia di Eluana con quella che vissi io per Welby - fa notare Riccio - Anche allora l'Ordine mi convoc e la Procura apr un fascicolo". Ma proprio guardando alla sua vicenda Riccio tira un sospiro di sollievo per il collega De Monte. "Sono tranquillo - afferma - perch credo che non gli si possa rimproverare nulla sia dal punto di vista giuridico che deontologico. Inoltre, mentre io agii senza alcun supporto giuridico, De Monte ha dalla sua una sentenza della Cassazione che parla chiaro. Infine - conclude - Luigi Conte", ovvero il presidente dell'Ordine di Udine che ha dato appuntamento a De Monte per gioved prossimo, " una persona seria ed equilibrata, perci son certo che agir al meglio".

(Ile/Adnkronos Salute)