CASO ENGLARO: BIOETICISTI CATTOLICA, ELUANA MORTA SOLA VITTIMA DI AZIONI UMANE
CASO ENGLARO: BIOETICISTI CATTOLICA, ELUANA MORTA SOLA VITTIMA DI AZIONI UMANE
CENTRO DI ATENEO, OGNUNO VALUTI PROPRIE RESPONSABILITA'

Milano, 10 feb. (Adnkronos Salute) - "Eluana Englaro morta da sola. Privata non soltanto di acqua e cibo, ma del conforto dell'accompagnamento che a ogni morente dovuto". Lo afferma il Centro di bioetica dell'universit Cattolica, diretto da Adriano Pessina. Secondo gli esperti dell'ateneo - che alla vicenda Englaro hanno dedicato sabato scorso a Milano il convegno 'Il caso E in Italia: Eluana, Eutanasia, Eversione', accompagnato da un presidio dei giovani di Comunione e liberazione che parlavano di "omicidio" ai danni della giovane lecchese - il dolore per la morte di Eluana " reso ancora pi acuto dalle circostanze in cui avvenuta", si legge in una nota.

"Eluana ha cessato di vivere vittima di molte e colpevoli decisioni e azioni umane - prosegue il comunicato - La coscienza morale non tace e ognuno pu, da solo, valutare le proprie responsabilit, personali e pubbliche, in questa vicenda che ha trasformato alla radice il senso stesso dell'assistenza socio-sanitaria e della vita civile. Lo spazio pubblico della convivenza tra diverse concezioni dell'esistenza non pu essere in balia di compromessi e patteggiamenti che sostituiscano il diritto alla vita con un inesistente diritto alla morte, deciso per sentenze - concludono i bioeticisti - Il nostro contributo di riflessione continua e si conferma nella memoria di Eluana".

(Red-Opa/Adnkronos Salute)