SANITA' LAZIO: MONTAGUTI (UMBERTO I), NOMINA COMMISSARIO E' CONTROPRODUCENTE
SANITA' LAZIO: MONTAGUTI (UMBERTO I), NOMINA COMMISSARIO E' CONTROPRODUCENTE
NO A 2 SKIPPER PER 1 BARCA, PIUTTOSTO PIU' POSSIBILITA' D'AZIONE PER DG

Roma, 13 feb. (Adnkronos Salute) - "Nominare un commissario straordinario per i lavori di ristrutturazione del Policlinico Umberto I di Roma, da affiancare al direttore generale, da un punto di vista organizzativo potrebbe essere controproducente. Sarebbe come affidare il comando di un'imbarcazione a due skipper". Parola del direttore generale del policlinico romano, Ubaldo Montaguti, che risponde cos all'ipotesi avanzata dal rettore dell'Universit Sapienza di Roma, Luigi Frati, di "includere la ristrutturazione dell'Umberto I tra le cosiddette 'grandi opere', con la conseguente nomina di un commissario che possa accelerare le procedure".

"Con Frati - spiega Montaguti all'ADNKRONOS SALUTE - ho un rapporto quotidiano e cordiale. Ci confrontiamo con lealt e senza problemi, e sono d'accordo con lui che c' assoluto bisogno di accelerare i lavori. La soluzione giusta sul piano tecnico - prosegue il direttore - credo sia invece quella di garantire al direttore generale maggiori possibilit di azione. Vale a dire - spiega Montaguti - poter, ad esempio, attuare procedure accelerate per le gare amministrative. O anche accedere rapidamente ai fondi. Sempre, naturalmente, sotto il controllo della Regione, del Comune e dell'universit. Insomma - conclude Montaguti - temo che nominare un commissario straordinario sia il modo migliore per non realizzare i lavori".

(Fed/Adnkronos Salute)