SANITA': SMI INVIA LETTERA A TREMONTI SU PREINTESA CONVENZIONI
SANITA': SMI INVIA LETTERA A TREMONTI SU PREINTESA CONVENZIONI
CALI', ACCORDO SCIAGURATO CHE VA MODIFICATO

Roma, 13 feb. (Adnkronos Salute) - Il Sindacato dei medici italiani (Smi) continua la sua campagna per modificare la preintesa per il rinnovo delle convenzioni di medicina generale e del territorio, siglata il 22 dicembre scorso. L'ultima iniziativa una lettera aperta inviata al ministro dell'Economia e Finanze Giulio Tremonti, in cui il segretario nazionale, Salvo Cal, manifesta "il disagio dei medici italiani convenzionati con il Servizio sanitario nazionale".

Per lo Smi la trattativa ancora aperta, ci sono tutte le condizioni per intervenire e quindi correggere tutti quei nodi che renderebbero la futura convenzione "un accordo sciagurato" per oltre 60 mila camici bianchi. "Per mesi - afferma Cal - la contrattazione ha avuto un punto fermo: far recuperare alla categoria gli arretrati tenendo conto della forte pressione fiscale e inflattiva di questi anni. Lo Smi in pi occasioni ha anche ribadito la necessit di riconoscere a quest'area quanto concesso alla dirigenza medica: lo 0,7% del lodo Fini. Invece, con una tempistica completamente sbagliata, saltato il lodo Fini ed stato dato, solo nominalmente, il 4,85% di incrementi. In realt tra contributi previdenziali e assicurativi rimane solo il 2,50%. Una miseria. Oltretutto - conclude Cal - in questo modo si allarga la forbice tra i medici dirigenti e convenzionati e si tradisce il processo in corso di riallineamento della contrattazione tra queste due aree del Ssn".

(Com-Fed/Adnkronos Salute)