SALUTE: SIRCHIA, TECNOSTRESS FENOMENO DA STUDIARE
SALUTE: SIRCHIA, TECNOSTRESS FENOMENO DA STUDIARE

Roma, 16 feb. (Adnkronos Salute) - Una legge come quella anti-bionde per vietare l'uso di telefonini e videocellulari in locali come cinema e teatri, con tanto di multe per i trasgressori, per proteggere gli italiani, inconsapevoli vittime del tecnostress? "So che questo problema stato descritto in letteratura scientifica. Non so se sia assimilabile del tutto ai danni del tabacco, ma certo un fenomeno che va studiato". Cos l'ex ministro della Salute, Girolamo Sirchia, che quando guidava il ministero di Lungotevere Ripa si battuto per arrivare alla legge che vieta in Italia le sigarette nei locali aperti al pubblico, commenta la provocatoria proposta di Enzo Di Frenna, presidente di Netdipendenza Onlus, la prima associazione no profit per la prevenzione delle videodipendenze.

"L'unica soluzione una legge come quella del ministro Sirchia sulle sigarette, per vietarne l'uso in alcuni luoghi e multare i trasgressori", propone sul suo blog Di Frenna, secondo cui il fatto di non rinunciare pi a mandare mail, messaggi o fare ricerche su Internet anche quando si al cinema, in teatro o al ristorante non solo segno di cattiva educazione e mancanza di rispetto per gli altri. Ma fa male alla salute. "Non so se questo fenomeno sia assimilabile alla dipendenza da tabacco - dice Sirchia all'ADNKRONOS SALUTE - ma all'estero questo problema stato descritto. E credo vada studiato".

(Mal/Adnkronos Salute)