DROGA: BOOM EROINOMANI IN ITALIA (+40% NEL 2011), AUMENTANO BABY-CONSUMATORI
DROGA: BOOM EROINOMANI IN ITALIA (+40% NEL 2011), AUMENTANO BABY-CONSUMATORI
OSSERVATORIO 'PREVOLAB', FRENA LA COCAINA

Milano, 16 feb. (Adnkronos Salute) - La 'generazione bot' apre le porte del mercato italiano all'eroina: baby-consumatori che passano con disinvoltura dalla sniffata al cilum, senza snobbare inalanti e marijuana. Sono loro i nuovi consumatori di eroina su cui i produttori di oppio hanno cominciato a investire gi da qualche anno. Obiettivo: fidelizzarli a esperienze sempre pi lontane dal classico 'buco', ma altrettanto pericolose. Ragazzi sempre pi giovani, tra i 15 e i 24 anni, che guidano l'esercito di fan dell'eroina, in aumento del 40% entro il 2011 su quelli registrati nel 2008. 'Prevolab', l'osservatorio nato da un accordo di programma fra la presidenza del Consiglio dei ministri e la Regione Lombardia per tenere sotto controllo l'evoluzione dei fenomeni d'abuso, conferma oggi le sue previsioni, durante un convegno a Milano.

Il consumo di droga sta cambiando faccia, spiegano i ricercatori dell'organismo gestito dal Dipartimento dipendenze patologiche dell'Asl di Milano. Secondo l'ultimo bollettino previsionale, discusso oggi alla presenza del sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega alla lotta alla droga, Carlo Giovanardi, l'eroina in aumento mentre la cocaina ha subito una battuta di arresto. E' quanto emerge dai dati di previsione 2008-2011, riportati in una nota della Regione Lombardia. Nuovi prodotti invadono il mercato italiano: cocaina venduta in microdosi, cannabinoidi con principi attivi aumentati, eroina a basso principio attivo da inalare o fumare. Il cliente moderno passa da una sostanza all'altra, senza paura. Il repertorio di droghe sempre pi vario, sempre pi low cost. (segue)

(Red-Lus/Adnkronos Salute)