DROGA: ESPERTO, RALLENTA CONSUMO COCAINA ANCHE PER COLPA DELLA CRISI
DROGA: ESPERTO, RALLENTA CONSUMO COCAINA ANCHE PER COLPA DELLA CRISI
PREVISTA FRENATA, 'SOLO' +5% CONSUMATORI NEL 2011 RISPETTO A 2008

Milano, 16 feb. (Adnkronos Salute) - Neanche il mondo della droga al riparo dalla crisi economica. In tempi di recessione i consumatori riducono il budget da destinare ai beni di consumo, compreso quelli che acquistano sui mercati illegali. Si spiega in parte anche cos la battuta d’arresto che ha frenato la crescita dell’uso di cocaina. A segnalare l’inversione di tendenza Prevolab, l'osservatorio nato da un accordo di programma fra la presidenza del Consiglio dei ministri e la Regione Lombardia per tenere sotto controllo l'evoluzione dei fenomeni d'abuso. Questo organismo, gestito dal dipartimento Dipendenze patologiche dell'Asl Citt di Milano, rende pubblici periodici bollettini previsionali, l’ultimo dei quali stato presentato oggi a Milano, durante un convegno. Proprio secondo le previsioni del triennio 2008-2011, ci sarebbero segnali di frenata nel grande boom della cocaina.

I trend di crescita risultano stabili a prima vista, ma le ultime due rilevazioni hanno lanciato segnali di cambiamento. Si intravede un rallentamento del tasso di crescita. Fisiologico solo in parte. "L’uso di cocaina viene previsto in aumento - spiega Riccardo Gatti, direttore del dipartimento Dipendenze patologiche dell’Asl di Milano - ma, se confrontato con la previsione precedente, la curva inizia a flettersi e si osserva un tasso di crescita 'decrescente'". Risultato: nel 2011 il numero dei consumatori di cocaina potrebbe aumentare 'solo' del 5% circa rispetto al numero dei consumatori del 2008. (segue)

(Lus/Adnkronos Salute)