MENINGITE: OSPEDALE SANT'ANNA (FERRARA), NESSUN NUOVO CASO SOSPETTO
MENINGITE: OSPEDALE SANT'ANNA (FERRARA), NESSUN NUOVO CASO SOSPETTO
LIEVI MIGLIORAMENTI PER LA RAGAZZA IN COMA

Roma, 16 feb. (Adnkronos Salute) - "Al momento non abbiamo registrato nessun nuovo caso sospetto o accertato di meningite. Speriamo che continui cos, ogni ora che passa di buon auspicio per escludere l'esistenza di un focolaio". A riferirlo all'ADNKRONOS SALUTE il primario dell'Unit operativa di Malattie infettive dell'ospedale Sant'Anna di Ferrara, Florio Ghinelli, dopo il caso di meningite che sta allarmando la provincia ferrarese. Una ragazza di 20 anni in coma farmacologico da ieri, nel reparto di Terapia intensiva dell'ospedale Sant'Anna, dopo aver contratto una meningite iperacuta da meningococco. "Le sue condizioni - spiega Ghinelli - sono stazionarie, anche se alcuni parametri di laboratorio indicano dei leggeri miglioramenti. La prognosi riservata e saranno necessarie altre 48 ore per poterla sciogliere".

La malattia le stata diagnosticata venerd notte, ma la giovane il sabato precedente aveva lavorato in una discoteca del posto, entrando cos in contatto con molte persone. "Da sabato mattina, in collaborazione con l'ufficio d'Igiene, e con l'aiuto del proprietario della discoteca - spiega il primario - partito il protocollo che si attua in questi casi. Si provveduto a sottoporre a profilassi gran parte delle persone che sono venute in relazione con la ragazza". Per rintracciare queste persone si sono utilizzati tutti i mezzi: telefono, sms, internet. Il protocollo prevede la profilassi per chi sia stato in contatto con il paziente fino a 10 giorni prima dello scatenarsi della meningite. A rischiare di pi sono per le persone che hanno avuto "contatti stretti" con la ragazza, nel momento "acuto" della malattia. "Tutte persone, soprattutto familiari, che - conclude Ghinelli - sono stati sottoposti a profilassi".

(Fed/Adnkronos Salute)