SANITA': L'INDAGINE, PER 2 ITALIANI SU 5 E' PRIORITA' DELLE REGIONI
SANITA': L'INDAGINE, PER 2 ITALIANI SU 5 E' PRIORITA' DELLE REGIONI
INDAGINE SWG SU ITALIANI E SSN

Roma, 16 feb. (Adnkronos Salute) - Migliorare i servizi socio-sanitari, con interventi immediati, deve essere un obiettivo primario per le Regioni. E' la convinzione per quasi il 40% degli italiani, soprattutto a Sud, che colloca il settore al terzo posto tra le priorit delle politiche regionali, dopo lo sviluppo economico (50%), la sicurezza e l'ordine pubblico (45%). E' uno dei dati di un'indagine Swg sulla percezione del Servizio sanitario nazionale, presentata oggi a Milano, in apertura del Consiglio generale di Federsalute.

La carenza dei servizi sociali e sanitari sentita, seppure in misura minore, anche nei piccoli Comuni italiani, dove il 62% dei cittadini sarebbe disposto a pagare pi tasse per ricevere un servizio migliore, secondo i dati annuali rilevati da Swg per l'Anci (associazione dei Comuni). In generale, considerando i dati di diverse ricerche, la maggioranza degli italiani mette in cima alla lista degli investimenti necessari in sanit quelli per l'assistenza agli anziani, le cure domiciliari, il sostegno a chi assiste i malati in casa. Riguardo alle carenze pi gravi della sanit pubblica, restano sul 'podio' le liste d'attesa e, per questa disfunzione, sono in crescita gli italiani insoddisfatti, il 33% nel 2007 contro il 28% del 2006. In generale, per, il Servizio sanitario nazionale gradito alla maggioranza dei nostri connazionali, seppure con differenze anche notevoli tra Nord e Sud, dove i cittadini sono molto pi scontenti. E un particolare apprezzamento va all'assistenza medica di base, promossa da quasi 7 italiani su 10.

(Ram/Adnkronos Salute)