SALUTE: MEDICI, CAMPAGNE ANTI-OBESITA' FAVORISCONO DIETE SELVAGGE
SALUTE: MEDICI, CAMPAGNE ANTI-OBESITA' FAVORISCONO DIETE SELVAGGE
DA ASSOCIAZIONE MEDICA CANADESE ALLARME PER PRODOTTI DIMAGRANTI NON REGOLAMENTATI

Roma, 19 feb. (Adnkronos Salute) - Anche le campagne di informazioni e prevenzione hanno 'effetti collaterali'. E' il caso dei messaggi sui rischi per la salute del sovrappeso e obesit che potrebbero spingere chi ha qualche chilo di troppo a voler dimagrire rapidamente, facendosi attrarre dalle tante proposte commerciali di prodotti 'miracolosi' e da diete 'magiche', tutte ovviamente ingannevoli e a volte pericolose. L'allarme arriva dai camici bianchi dell'associazione medica canadese (Amc) che dedica l'editoriale del Journal del l'Amc al boom del settore del dimagrimento, chiedendo ai Governi una migliore regolamentazione di questa nuova 'fabbrica dei sogni': i prodotti, in particolare, dovrebbero essere sottoposti, ovunque, ad approvazione prima dell'immissione in commercio e i produttori registrati.

Secondo i medici, in questo settore, si sfruttano sempre di pi i desideri dei clienti alimentando speranze realistiche. Tra i prodotti spacciati come dimagranti e messi all'indice dai camici bianchi canadesi, ci sono le iniezioni sottocutanee di vitamina B, la cui efficacia non provata da alcuno studio scientifico. Stessa avvertenza per gli integratori 'taglia fame' a base di erbe medicinali che accelererebbero il metabolismo. Perdere peso, sottolineano i medici, non una magia. E la presa in carico di un paziente obeso necessit di interventi a lungo termine, basati su stili di vita, atti medici e persino chirurgici. Da qui la richiesta dell'Amc ai Governi di regolamentare meglio il settore, attraverso la registrazione dei produttori di articoli e servizi per il dimagrimento, sia per garantire la qualit sia per rendere pi agevoli eventuali denunce da parte dei consumatori. Sarebbe utile, inoltre, l'approvazione prima dell'immissione in commercio, di prodotti e programmi, come accade per i farmaci. E per evitare lo 'sfruttamento' degli obesi, infine, necessario formare gli operatori sanitari, perch li aiutino a scegliere metodi sani di dimagrimento.

(Ram/Adnkronos Salute)