SALUTE: POCO MAGNESIO PER 1 ITALIANO SU 5, DIABETE E OSSA FRAGILI TRA I RISCHI
SALUTE: POCO MAGNESIO PER 1 ITALIANO SU 5, DIABETE E OSSA FRAGILI TRA I RISCHI
L'ESPERTA, MA ANCHE STRESS, SINDROME PRE-MESTRUALE E MENOPAUSA DIFFICILE

Milano, 19 feb. (Adnkronos Salute) - Ritmi frenetici e dieta pasticciata, all'insegna del 'tutto gi pronto' o modello 'un panino e via'. La vita metropolitana fa male alla salute, e per un italiano su 5 fra le insidie dello stress urbano c' anche la carenza di magnesio: "Un regista silenzioso della nostra salute metabolica", spiega Alessandra Graziottin, direttore del Centro di ginecologia e sessuologia medica dell'ospedale San Raffaele Resnati di Milano. Nel corpo umano questo oligoelemento infatti una presenza leggera (25 grammi) ma iperattiva, perch agisce come uno 'starter' catalizzando "oltre 300 reazioni enzimatiche". Ecco perch non assumerne abbastanza pu avere una lunga lista di conseguenze: dall'irritabilit all'insonnia, dall'ansia alla tristezza, dal mal di testa alla pancia gonfia, dalla spossatezza muscolare ai crampi, fino alla tachicardia, alla pressione alta e "new entry nell'elenco - sottolinea l'esperta - osteoporosi e sindrome metabolica con aumentato rischio di diabete di tipo 2".

L'identikit del magnesio e i sintomi della 'ipo-magnesemia' sono stati descritti oggi a Milano, in un incontro promosso dal gruppo farmaceutico Sanofi-Aventis per presentare tre integratori (Easymag* e Donnamag* nelle versioni 'premestruale' e 'menopausa') pensati su misura per altrettanti disturbi: stanchezza e deficit di concentrazione; la sindrome pre-mestruale, appuntamento mensile per 6 connazionali su 10; gli 'effetti collaterali' della menoapusa, sperimentati nell''et di mezzo' da tre donne su 4. "E' noto che la carenza di magnesio impatta negativamente su tre maxi-aree: la sfera neuro-psichica - ricorda Graziottin - quella neuro-vegetativa, con manifestazioni come il respiro faticoso e le artimie notturne o le vampate, ben note alle donne in menopausa, e infine quella gastrointestinale". Ma ritrovarsi a corto di magnesio come accade al 20% degli italiani, avverte l'esperta, "aumenta anche la vulnerabilit alla malattia dalle ossa fragili e alla sindrome metabolica": un'epidemia dei tempi moderni che associa pressione e glicemia alte ed eccesso di grassi nel sangue. Con danni a cuore e arterie. (segue)

(Opa/Adnkronos Salute)