SANITA': REATTORI EUROPEI VECCHI, MEDICINA NUCLEARE A RISCHIO (2)
SANITA': REATTORI EUROPEI VECCHI, MEDICINA NUCLEARE A RISCHIO (2)

(Adnkronos Salute) - Per procedere alla revisione, stato necessario fermare il processo produttivo. Stessa sorte toccata al reattore belga che con quello francese completava il quadro dei reattori disponibili nel Vecchio continente. E cos addio tecnezio. Il problema non da poco: in un anno col tecnezio vengono prodotte 27milioni di immagini in tutto il mondo, di cui circa 10 milioni in Europa.

Senza materia prima la produzione crollata e, racconta Bombardieri, "noi medici nucleari abbiamo ricevuto diverse comunicazioni che ci annunciavano l'impossibilit da parte delle ditte di fornire le quantit di tecnezio richieste perch la produzione era ridotta intorno al 50%, con previsioni di ulteriore riduzione al 25%". Il risvolto pratico che salta un quarto degli esami. "I medici nucleari hanno fatto di tutto perch i pazienti subissero il minor disagio possibile: hanno modificato le liste di lavoro, dando la precedenza ai casi urgenti e ritardando sensibilmente i controlli. In questo modo siamo riusciti a tamponare la situazione", racconta lo specialista. Febbraio si annunciava il mese pi critico. "Ma ora sembra che il reattore sia stato riparato. Certo il problema resta, perch gli impianti sono vecchi e l'equilibrio sar sempre precario", ribadisce Bombardieri.

(Lus/Adnkronos Salute)