PEDIATRIA: BULLO, VITTIMA O SPETTATORE UNO STUDENTE MILANESE SU DUE
PEDIATRIA: BULLO, VITTIMA O SPETTATORE UNO STUDENTE MILANESE SU DUE
DOMANI SEMINARIO INTERNAZIONALE ALL'UNIVERSITA' CATTOLICA, PSICOLOGI A CONFRONTO

Milano, 24 feb. (Adnkronos Salute) - C' il bullo e c' la sua vittima. Ma ci sono anche i complici del bullo, i difensori della vittima e gli spettatori 'neutrali'. Ognuno recita il suo copione in una rete complessa e articolata, che fra Milano e provincia coinvolge pi di uno studente su due. Sull'emergenza 'Bullismo, aggressivit e relazioni tra pari' in programma un seminario internazionale domani all'universit Cattolica del capoluogo lombardo. L'appuntamento dalle 10.30 alle 13.30 nella Cripta dell'Aula magna, e riunir specialisti italiani, ma anche stranieri.

"Il bullismo - ricorda una nota dell'ateneo di largo Gemelli - un fenomeno diffuso nella scuola italiana, da quella primaria a quella secondaria di primo e secondo grado, e si articola in diversi ruoli a livello sociale. Il bullismo, infatti, ha come attori il bullo, la vittima, ma anche i sostenitori e gli aiutanti del bullo, i difensori della vittima e gli spettatori esterni: un vero e proprio sistema di relazioni tra coetanei all'interno del gruppo-classe". E secondo uno studio del Centro di ricerca sulle dinamiche evolutive ed educative della Cattolica, condotto su alcune scuole primarie e secondarie di Milano e provincia, "pi della met dei ragazzi risultato avere un ruolo riconoscibile nel fenomeno del bullismo". In particolare, "il 6,6% dei ragazzi stato identificato come autore di prepotenze e l'11% come vittima". Numeri sui quali rifletteranno domani numerosi esperti. Ospite d'onore Antonius H. Cillessen, docente di Psicologia dello sviluppo in Olanda e ricercatore dell'universit del Connecticut, negli Usa. Seguir l'intervento della psicologa dello sviluppo Simona Caravita. L'evento, coordinato da Paola Di Blasio, direttore del Centro di ricerca sulle dinamiche evolutive ed educative della Cattolica, promosso dall'Alta Scuola di psicologia 'Agostino Gemelli', dal Dipartimento 'CRIdee' e dalla Regione Lombardia.

(Red-Opa/Adnkronos Salute)