SALUTE: 80% NEOMAMME CON BABYBLUES, AL CINEMA CONTRO ISOLAMENTO
SALUTE: 80% NEOMAMME CON BABYBLUES, AL CINEMA CONTRO ISOLAMENTO
LA PSICOLOGA, NON FARSI VINCERE DA DISAGIO E SOLITUDINE

Roma, 24 feb. (Adnkronos Salute) - Avere un figlio non uno scherzo, ma dopo il parto che il gioco si fa duro. "L'80% delle neomamme soffre di una lieve forma di babyblues, un disagio legato ai cambiamenti ormonali che ti fa sentire triste, isolata e incompresa, proprio in un momento in cui per tutti dovresti essere al settimo cielo. Ecco perch l'idea di aprire le porte di un cinema romano alle mamme che allattano e ai pap biberon-muniti positiva: permette di uscire, socializzare e non isolarsi". Parola di Paola Vinciguerra, psicologa e presidente dell'Eurodap (Associazione europea disturbi da attacchi di panico), che commenta in modo positivo l'iniziativa romana di 'Cinemamme'.

"Del babyblues e della vera e propria depressione post-partum si parla ancora poco. Ma importante, invece - dice la Vinciguerra all'ADNKRONOS SALUTE - essere consapevoli dei cambiamenti naturali che si verificano nella donna, senza allarmarsi ed esasperarsi troppo. Molte sentono di essere state quasi incastrate, di non poter fare pi nulla per s, di vivere in funzione del bambino". Il fatto di potersi concedere una mattinata al cinema con il piccolo aiuta contro il senso di isolamento tipico del babyblues. (segue)

(Mal/Adnkronos Salute)