MEDICINA: DIABETE, 4 MILA ITALIANI PER MAXI-STUDIO SU AUTOCONTROLLO MALATTIA
MEDICINA: DIABETE, 4 MILA ITALIANI PER MAXI-STUDIO SU AUTOCONTROLLO MALATTIA
VALUTERA' EFFICACIA COMBINATA DI INSULINA 'AMICA' DELLA LINEA, DIETA E SPORT

Milano, 24 feb. (Adnkronos Salute) - Quattromila diabetici italiani prestati alla scienza. I ricercatori di un maxi-studio internazionale in cantiere cominceranno a cercarli a fine mese. Ed entro ottobre 2009 entreranno nelle file dell'esercito di pazienti (14 mila in tutto) 'arruolati' per misurare la portata delle armi a disposizione per l'autocontrollo quotidiano del diabete. Le reclute saranno 24 ore su 24 sotto la lente di ingrandimento degli scienziati, fino a giugno del 2010. L'obiettivo dello studio Solve* (Study of once-daily levemir): indagare sui benefici del mix di dieta, sport e insulina 'amica' della linea. Oltre duecento i centri di diabetologia mobilitati su tutto il territorio nazionale per lo studio promosso da Novo Nordisk e presentato oggi a Milano.

I ricercatori puntano a monitorare nella vita reale l'efficacia e la sicurezza dell'insulina detemir come terapia iniziale nella gestione del diabete di tipo 2 (cosiddetto adulto o non insulino-dipendente). E hanno deciso di coinvolgere un numero molto alto di persone (gli italiani sono il 30% dei pazienti reclutati) per un confronto attendibile con i risultati degli studi clinici precedenti. "I dati finora a nostra disposizione sull'insulina detemir evidenziano la perdita di circa 0,5-1 kg di peso a fronte di un miglioramento del controllo glicemico", spiega in una nota Salvatore Caputo, dirigente medico di Diabetologia del Policlinico universitario Gemelli di Roma. Lo studio Solve* si basa sulla misurazione della glicemia e di altri parametri. Osservare gli effetti di un'azione combinata di insulina 'amica', dieta e sport, dichiara Michele Carruba, direttore del Dipartimento di Farmacologia dell'Universit Statale di Milano, "potr modificare il paradigma secondo cui una terapia insulinica, pur necessaria, peggiora l'eziopatogenesi del diabete perch contribuisce ad aumentare il peso del paziente". La pubblicazione dei dati prevista per fine 2010.

(Red-Lus/Adnkronos Salute)