salute: il medico, nuoto sport ideale ma occhio a crampi e shock termico (2)
salute: il medico, nuoto sport ideale ma occhio a crampi e shock termico (2)

(Adnkronos Salute) - Occhio anche a come si entra in acqua, per non andare incontro allo shock termico. "E' assolutamente da evitare - spiega il medico della nazionale italiana di nuoto - l'eccessivo e veloce passaggio, come pu succedere sulle spiagge, tra una temperatura corporea elevata di chi stato troppo al sole e la temperatura magari un po' fredda dell'acqua".

Naturalmente fondamentale rispettare anche i tempi della digestione. "Se si consumato un pranzo 'pesante' necessario aspettare almeno tre ore prima di tuffarsi in acqua. Se il pasto stato 'leggero' pu essere sufficiente un'ora e mezza o due".

Il nuoto pu essere una soluzione anche per chi soffre di asma. "Pu essere un aiuto", spiega Marugo. "Molti pediatri e medici di famiglia consigliano il nuoto come attivit sportiva negli asmatici, in quanto si pratica in un ambiente normalmente privo di allergeni e comunque con ridotta quantit di allergeni di volatili. Per - conclude l'esperto - bisogna stare attenti, perch soprattutto nelle piscine coperte, dove non viene effettuato un buon ricircolo dell'aria, si possono liberare sostanze irritanti come le tetraclorammine. Sostanze che possono provocare un broncospasmo".

(Fed/Adnkronos Salute)