salute: lo studio, parolacce antidolorifico naturale
salute: lo studio, parolacce antidolorifico naturale
imprecare riduce dolore

Roma, 13 lug. (Adnkronos Salute) - Le parolacce? Un antidolorifico naturale. Pronunciarle, infatti, ci aiuterebbe a tollerare meglio il dolore. A rivelarlo uno studio della britannica Keele University, pubblicato su NeuroReport. Richard Stephens, a capo dell'insolita ricerca, ha tratto spunto da una vicenda personale: una martellata sul dito mentre era intento a costruire una casetta nel proprio giardino. Imprecare, dedusse al momento dell'incidente, lo aveva aiutato a superare la sofferenza o cos gli era parso. Da qui l'idea di arruolare 64 volontari e sottoporli a una prova di dolore: immergere la mano in un secchio di acqua ghiacciata, e tenerla l a bagno il pi a lungo possibile.

La prova andava ripetuta due volte, la prima pronunciando parole comuni, la seconda lasciandosi andare a suon di oscenit. Ebbene, se al primo giro gli studenti arruolati erano riusciti a tenera la mano a mollo 1 minuto e 15 secondi in media, alla seconda prova l'avevano tenuta immersa circa due minuti. La sopportazione del dolore era aumentata di circa il 50%, con un antidolorifico naturale che spesso infastidisce chi nei paraggi ma sembra confortare quanti, per un motivo o per un altro, sono doloranti.

Non chiaro il link che fa s che le parolacce riducano la sofferenza, ma il gruppo capitanato da Stephens suppone che pronunciarne finisca per aumentare il livello di aggressivit che, come noto, quando sale migliora la tolleranza al dolore. Una supposizione avvalorata dal fatto che quando i volontari erano intenti a dire volgarit avevano un battito cardiaco pi accelerato. Il che spiegherebbe, secondo gli studiosi, perch l'uso di parolacce diffuso in tutte le lingue del mondo da secoli, soprattutto quando ci si fa male da soli. E se succede sotto occhi e orecchie indiscrete, si pu sempre fare come Fantozzi, che con il suo 'ditone' gonfio per una martellata si apparta per sfogarsi.

(Ile/Adnkronos Salute)