febbre suina: cosi' la vaccinazione in ue, usa, canada e cina (2)
febbre suina: cosi' la vaccinazione in ue, usa, canada e cina (2)

(Adnkronos Salute) - FRANCIA. Il ministero della Salute ha stretto accordi con le aziende produttrici Sanofi-Pasteur, Gsk e Novartis per riservarsi 94 milioni di dosi di vaccini, per una spesa di un miliardo di euro. La Francia si poi pre-opzionata altri 36 milioni di dosi. I primi lotti sono arrivati a fine agosto, come in Gb, secondo quanto annunciato dal ministro della Salute Roselyne Bachelot, che ha precisato di aver ricevuto una "limitata quantit", prima del disco verde delle autorit sanitarie per la commercializzazione, senza specificare il tipo di siero, l'azienda produttrice o il numero di dosi, per "motivi di sicurezza". A essere vaccinati saranno innanzitutto le persone a rischio: malati cronici, donne incinte, bimbi con meno di un anno, ragazzi al di sotto dei 18 anni. Ma l'obiettivo di immunizzare, progressivamente, l'intera popolazione. Spot televisivi e radiofonici e manifesti ricorderanno intanto ai francesi come evitare il contagio con semplici comportamenti, come lavarsi accuratamente le mani, usare un fazzoletto quando si starnutisce o tossisce, utilizzare le mascherine.

- GERMANIA. La distribuzione del vaccino prevista tra fine settembre e ottobre, con l'obiettivo di immunizzare pi di 50 milioni di persone, la pi grande vaccinazione di massa nel Paese in 50 anni. La spesa per il 2009 di 600 milioni di euro: sono state acquistate 50 milioni di dosi e riservate altre 82 milioni. Secondo quanto comunicato dal ministero della Salute, la vaccinazione sar volontaria. Anche in questo caso, priorit alle persone a rischio (malati cronici, donne incinte) e agli operatori sanitari.

- SPAGNA. Il Governo ha ordinato scorte di vaccino pandemico per immunizzare oltre il 60% della popolazione. Lo ha annunciato il ministro della Sanit Trinidad Jumenez, spiegando che l'esecutivo inizialmente aveva pianificato di ordinare dosi sufficienti a proteggere il 40% della popolazione. Ma poi il quantitativo stato ampliato, per poter immunizzare contro l'influenza A tutte le persone considerate pi a rischio o le categorie di lavoratori essenziali. Dunque a ricevere il vaccino in Spagna saranno i bambini con malattie croniche dai 6 mesi di et in poi, le donne in gravidanza, gli operatori sanitari, i pompieri, i rappresentanti delle forze dell'ordine e i militari. I bambini sani non saranno inclusi nel programma di vaccinazione. (segue)

(Mad/Adnkronos Salute)