febbre suina: cosi' la vaccinazione in ue, usa, canada e cina
febbre suina: cosi' la vaccinazione in ue, usa, canada e cina
in totale dovrebbero essere prodotti almeno 600 mln dosi l'anno

Roma, 1 set. (Adnkronos Salute) - In tutto il mondo corsa al vaccino contro la pandemia di influenza A. Nei principali Paesi occidentali la campagna per difendere la popolazione dal virus, che avanza a velocit mai vista prima, prevista fra ottobre e novembre, con modalit diverse da Stato a Stato soprattutto riguardo alla fetta di cittadini da immunizzare. In generale, l'industria farmaceutica pu garantire - secondo una stima di una delle aziende coinvolte nella produzione, Novartis, sulla base di valutazioni dell'Organizzazione mondiale della sanit - almeno 600 milioni di dosi di vaccino pandemico anti-influenza A l'anno.

- GRAN BRETAGNA. Il Governo punta a vaccinare l'intera popolazione, la met entro la fine dell'anno. Come viene spiegato sul sito www.direct.gov.uk/en/swineflu, sono stati stipulati accordi con due aziende produttrici per avere la quantit sufficiente di siero e, prima degli altri Paesi europei fatta eccezione della Francia, a fine agosto gi arrivato il primo lotto di vaccino, 200 mila dosi da Baxter. La campagna vaccinale, che dovrebbe cominciare a ottobre, d la priorit ai gruppi a maggior rischio, circa 11 milioni di britannici: malati cronici fra i 6 mesi e i 65 anni d'et; donne incinte; familiari o persone regolarmente a contatto con pazienti dal sistema immunitario compromesso; 'over 65' per cui prevista la vaccinazione contro la normale influenza, ma non gli anziani in salute. Contestualmente saranno vaccinati gli operatori sanitari e sociali, circa 2 milioni. Una vera e propria vaccinazione di massa prevista, secondo le anticipazioni del quotidiano 'The Guardian', per gli 8,5 milioni di bimbi, con una capillare macchina organizzativa, che vedr insieme insegnanti e medici di famiglia, per somministrare il vaccino agli studenti dai 5 ai 16 anni nelle 33.700 scuole del Regno Unito. Il Governo sottolinea poi di avere antivirali sufficienti per la met della popolazione e di essersi gi mosso per arrivare all'80%. Sul sito del sistema sanitario nazionale possibile scaricare una guida con tutti i comportamenti da adottare per difendersi dal virus, dal lavaggio delle mani al corretto uso delle mascherine. (segue)

(Mad/Adnkronos Salute)