alimenti: controlli nas, dieci tonnellate di merce sequestrata
alimenti: controlli nas, dieci tonnellate di merce sequestrata

Roma, 3 set. - (Adnkronos Salute) - Oltre dieci tonnellate di alimenti potenzialmente nocivi, per un valore complessivo di 250mila euro, sono stati sequestrati dai Carabinieri dei Nas nell'ultima settimana di agosto durante ispezioni in numerosi agriturismi, bar, alberghi e ristoranti, locali molto frequentati dai turisti, e nelle aziende di produzione di alimenti che li riforniscono. Trentuno persone sono state segnalate alle autorit competenti, mentre nove attivit di ristorazione sono state chiuse dai militari e dalle autorit sanitarie per carenze igieniche e strutturali e per mancanza delle autorizzazioni sanitarie e amministrative. I controlli del Nas proseguiranno a settembre.

Gli alimenti confiscati erano in pessimo stato di conservazione, invasi da parassiti, privi di sistema di rintracciabilit e oggetto di frode ai danni del consumatore. Rilevanti, in particolare, i sequestri operati dai Nas di Parma, Viterbo e Cosenza in tre distinte operazioni. Il Nucleo emiliano ha sequestrato in un’azienda di produzione di salumi oltre tre tonnellate di prosciutti, culatelli e insaccati vari, senza alcuna etichettatura e per i quali la ditta non aveva approntato un sistema che consentisse di risalire alla materia prima (la “rintracciabilit”).

Il Nas di Viterbo, invece, ha sequestrato in un panificio quattro tonnellate di farina pronta per la lavorazione invasa da parassiti e in stato di alterazione, oltre a pane dichiarato come proveniente da un’azienda in realt estranea; confiscate anche l’intera struttura produttiva e le attrezzature utilizzate. A Cosenza, infine, il Nas locale ha sequestrato una tonnellata di pesce conservata in maniera scorretta e pericolosa per la salute dei consumatori a cinque venditori ambulanti locali.

(Adnk/Adnkronos Salute)