salute: esperti scozzesi, acido folico alle donne anche se bebe' non e' previsto
salute: esperti scozzesi, acido folico alle donne anche se bebe' non e' previsto
utile per evitare danni al nascituro in caso di gravidanze inattese

Roma, 3 set. (Adnkronos Salute) - Tutte le donne in et fertile, anche se non intendono avere subito un bambino, dovrebbero assumere integratori di acido folico per evitare che, nel caso di gravidanze inattese, il feto sia esposto al rischio di gravi malattie come la spina bifida. A proporre l'utilizzo di questi 'aiutini' durante tutto il periodo fertile femminile Margo Whiteford, presidente della Scottish Spina Bifida Association, che ne parla sul sito del tabloid britannico 'Daily Mail'.

Molte donne iniziano una terapia di acido folico solo dal momento in cui sanno di aspettare un bimbo. Ma l'aumento di casi di spina bifida, malformazione che altera il corretto sviluppo dell'apparato scheletrico del beb proprio a causa di una carenza di questa sostanza, sta facendo preoccupare gli esperti del Regno Unito: da gennaio, solo in Scozia, se ne sono registrati 15. E dato che il 75% dei casi di questa malattia pu essere prevenuto assumendo un semplice integratore ogni giorno a partire da tre mesi prima del concepimento e durante tutti i nove mesi, perch non evitare rischi, iniziando la terapia quando una donna fertile e magari ha un partner fisso?

"Non si pu perdere tempo - dce Whiteford - e invece molte donne iniziano ad assumere acido folico quando il feto potrebbe gi aver sviluppato la spina bifida".

(Bdc/Adnkronos Salute)