febbre suina: ecdc - inevitabili ondate in autunno, gia' cominciate in alcuni paesi
febbre suina: ecdc - inevitabili ondate in autunno, gia' cominciate in alcuni paesi
ma decessi in emisfero sud non hanno superato influenza stagionale

Roma, 28 set. (Adnkronos Salute) - Ondate di virus pandemico sono "inevitabili in autunno nei Paesi europei. E la trasmissione" del patogeno "sta gi aumentando in alcuni Stati". E' quanto emerge dall'ultimo bollettino diffuso oggi dall'European Centre for Disease Prevention and Control (Ecdc), che sulla base dell'analisi di quanto appena accaduto nell'emisfero Sud - il primo a fare i conti con la pandemia - sottolinea come "i servizi ospedalieri, e in particolare le unit di terapia intensiva" del vecchio continente "saranno sotto pressione" nei prossimi mesi.

Inoltre la malattia, quando si manifesta in forma severa, spesso provoca una polmonite virale che causa una sindrome da distress respiratorio acuto. Una situazione che "raramente si vede con l'influenza stagionale, ed di gestione difficile per i medici", sottolinea l'Ecdc. Il Centro, sulla base della recente esperienza, fornisce per anche alcuni dati tranquillizzanti. In particolare, "il numero dei decessi non sembra essere aumentato nei Paesi dell'emisfero meridionale rispetto a quello che si registra con l'influenza stagionale, bench i morti si siano verificati in gruppi differenti, specialmente nei giovani".

Inoltre le previsioni pi pessimistiche degli esperti "sono state ridotte", e sembra ci siano stati "numeri significativi relativi alle infezioni asintomatiche". Infine, gli esperti stimano che le donne in gravidanza infettate con il virus pandemico "rischiano quattro volte" pi degli altri di incappare in una forma grave di influenza. (segue)

(Mal/Adnkronos Salute)