piemonte: asl 3 torino, 'alleanza' con volontariato e terzo settore
piemonte: asl 3 torino, 'alleanza' con volontariato e terzo settore
ieri si e' insediata la conferenza di partecipazione

Torino, 13 ott. (Adnkronos Salute) - Sono 420 le associazioni attive nei 109 comuni dell'Asl 3 di Torino, e 13 quelle che rappresenteranno per i prossimi tre anni l'intero settore al tavolo della Conferenza di partecipazione: un organo consultivo che affiancher l'azienda nelle scelte di programmazione e nell'organizzazione dei servizi al cittadino. Ha voluto essere presente anche l'assessore regionale alla Tutela della salute e sanit della Regione Piemonte, Eleonora Artesio, accanto al direttore generale dell'azienda, Giorgio Rabino, ieri sera per l'insediamento della Conferenza di partecipazione dell'Asl 3 di Torino.

Artesio ha illustrato obiettivi e compiti della Conferenza, un nuovo organismo che deve assicurare il coinvolgimento attivo nella gestione sanitaria locale del terzo settore, delle associazioni di volontariato, di promozione della salute e l'imprenditoria sociale. In particolare la Conferenza acquisisce informazioni sui servizi quale presupposto per migliorarne la qualit, monitorizza il grado di soddisfazione da parte dell'utenza con particolare riferimento all'informazione verso i cittadini, ai percorsi di accesso ai servizi e al rapporto con gli stessi e alla relazione operatori-utenti, analizza la reportistica di reclami e segnalazioni, affianca l'azienda nelle scelte che riguardano direttamente cittadini e pazienti, rappresenta in pratica un nuovo strumento di partecipazione dei cittadini attraverso le rispettive associazioni.

Il censimento delle associazioni ha portato ad individuare ben 420 entit organizzazioni che operano nei settori pi disparati, dalla tutela del paziente oncologico alla salute mentale, dalla domiciliarit al tribunale dei diritti del malato al supporto e alla tutela delle persone fragili. Fra queste 420 associazioni erano state 42 quelle che avevano avanzato la propria disponibilit a far parte della Conferenza, candidature che poi si erano ridotte a 13 essendo tale il numero di posti disponibili in Conferenza. La Conferenza formata anche da 12 rappresentanti dell'azienda torinese, ovvero tutti i responsabili dell'assistenza territoriale, ospedaliera, della prevenzione, della salute mentale e patologia della dipendenze, della comunicazione, qualit e programmazione.

(Com-Sof/Adnkronos Salute)