sanita' lazio: commissione approva piano regionale 2009-2011
sanita' lazio: commissione approva piano regionale 2009-2011
opposizione per protesta diserta la seduta

Roma, 13 ott. (Adnkronos Salute) - La commissione sanit, presieduta da Luigi Canali (Pd), ha approvato un documento che esprime parere favorevole alla proposta di Piano sanitario regionale 2009-2011. Un passaggio fondamentale in vista del consiglio monotematico sulla sanit convocato gioved alle 11, durante il quale il presidente della Regione, Piero Marrazzo, in qualit di commissario ad acta, illustrer all'aula gli aspetti salienti del Piano prima di presentarlo ufficialmente al tavolo tecnico con il Governo centrale.

Alla seduta odierna - spiega una nota del Consiglio regionale del Lazio - non ha partecipato alcun membro dell'opposizione. Il consigliere Vincenzo Maria Saraceni (Fi-Pdl) ha anzi comunicato pubblicamente le dimissioni irrevocabili dei quattro componenti di minoranza: lo stesso Saraceni, Franco Fiorito, Tommaso Luzzi e Massimiliano Maselli. Saraceni ha annunciato anche l'assenza in Aula del centrodestra al consiglio di gioved, in segno di protesta. "Il Piano - ha dichiarato Saraceni all'apertura dei lavori - rischia di essere solo un libro dei sogni: prevedere la commissione oggi e il consiglio dopodomani significa non voler favorire realmente un confronto serio e ponderato su ciascun aspetto del documento approntato dall'Agenzia di sanit pubblica (Asp)".

Pronta la replica di Canali. "Queste dimissioni - spiega - sono per me motivo di profondo rammarico. Voglio ricordare che nella commissione da me presieduta, pur mantenendo un preciso rapporto di correttezza istituzionale fra maggioranza ed opposizione, tutti abbiamo lavorato per lunghi mesi con una sostanziale unit d'intenti, avendo di mira l'esclusivo interesse della sanit del Lazio e la salute dei suoi cittadini. Ne prova la stessa bozza di Piano sanitario regionale approvato oggi con i soli voti della maggioranza, e che io avevo invece motivo di ritenere avrebbe ricevuto un consenso pi vasto di quello dei soli consiglieri di maggioranza. E questo proprio perch la bozza, elaborata dopo un'infinita serie d’audizioni, stata profondamente corretta anche grazie al contributo dei consiglieri di opposizione che evidentemente, fino all'imprevedibile clamoroso aventinismo di oggi, trovavano motivo di convergere su decisioni importanti al di l delle pur legittime differenziazioni politiche. Auspico quindi che tutto il lavoro di condivisione portato avanti in questi mesi non sia vanificato da una decisione politica che devo rispettare - termina - ma che pare rispondere a logiche di scontro istituzionale finora sconosciute nel consiglio e nella commissione".

(Sof/Adnkronos Salute)