droga: 166 mln nel mondo hanno fumato cannabis, usa in testa
droga: 166 mln nel mondo hanno fumato cannabis, usa in testa

Roma, 15 ott. (Adnkronos Salute) - (EMBARGO ALLE 00.30) - Ben 166 milioni di persone nel mondo, dai 15 ai 64 anni d'et, hanno fumato cannabis nel 2006. In pratica, un abitante del pianeta su 25, a dispetto dei rischi di danni alla salute. In testa, nella classifica dei consumatori di droghe leggere, gli Stati Uniti, l'Australia e la Nuova Zelanda, seguiti dall'Europa. I dati emergono da un'indagine australiana, pubblicata su Lancet e basata sui report del Dipartimento delle Nazioni Unite su droghe e crimine.

Secondo l'analisi, firmata Wayne Hall, dell'University of Queensland a Brisbane, e da Louisa Degenhardt del National Drug and Alcohol Research Centre di Sydney, i trend di consumo variano a seconda dell'area geografica analizzata: Australia e Nuova Zelanda sono in cima alla classifica, con pi dell'8% della popolazione di 15-64 anni che fa uso di cannabis, ma il 'vizio' in calo. Trend in discesa anche in Europa. Il consumo di marijuana invece in aumento - sostengono i ricercatori - in alcuni Paesi a basso o medio reddito, per esempio America Latina e numerosi Stati africani. Rapportando la diffusione della sostanza al numero di abitanti, si pu dire che il 31%, il 25% e il 24% dei consumatori mondiali risiedano rispettivamente in Asia, Africa e nelle Americhe, il 18% in Europa e il 2% in Oceania.

Una ricerca condotta negli Stati Uniti, ripresa nell'indagine pubblicata su Lancet, mostra come il 10% di chi fuma cannabis, la consuma quotidianamente, mentre il 20-30% un habitu almeno una volta a settimana. Si comincia con gli spinelli negli anni dell'adolescenza, si raggiunge il 'picco' dai 20 ai 25, per poi ridurre e smettere quando si entra nella vita adulta, si comincia a lavorare a tempo pieno, si fa un figlio. Un 9% di consumatori diventa dipendente. I rischi per la salute, fisica e mentale, non mancano: ansia, panico e sintomi psicotici, riportati soprattutto dai 'neofiti' del consumo; sintomi di bronchite cronica; difficolt verbali, problemi di memoria e di attenzione, subiti soprattutto da chi fuma frequentemente e da molto tempo. Il consumo di questa sostanza aumenta il rischio di incidenti stradali, meno per dell'alcol, sostengono i ricercatori che concludono: "gli effetti del consumo di cannabis sulla salute pubblica sono probabilmente modesti se paragonati a quelli provocati da alcol, fumo e altre droghe".

(Mad/Adnkronos Salute)