tumori: fazio, sostegno a farmaci innovativi in patto salute
tumori: fazio, sostegno a farmaci innovativi in patto salute
il viceministro agli ematologi, e fondi per test di fase I in italia

Milano, 19 ott. (Adnkronos Salute) - Inserire "misure specifiche per i farmaci oncologici innovativi nell'ambito del Patto della Salute". Non una vera e propria promessa, ma comunque "un impegno mio personale, per quanto potr fare", quello che il viceministro alla Salute Ferruccio Fazio prende con gli ematologi italiani, parlando agli esperti riuniti al 42esimo Congresso della Sie (Societ italiana di ematologia) in corso a Milano nello spazio Fiera. Il viceministro ribadisce inoltre l'intenzione di "potenziare, con finanziamenti ad hoc e con ogni genere di facilitazione, gli studi clinici di fase I in Italia".

In particolare in oncologia e quindi in ematologia, i nuovi farmaci 'intelligenti' diretti a colpire solo le cellule malate hanno rappresentato "un punto di svolta, un approccio completamente nuovo alla terapia", sottolinea Fazio. Il 'nodo' per che, "essendo il cancro una malattia multifattoriale, le percentuali di risposta a questi medicinali sono intorno al 20-30%". Si pongono quindi "problemi di appropriatezza prescrittiva e sostenibilit", aggiunge il viceministro. Ricordando che, "su una spesa farmaceutica ospedaliera pari a 1.240 milioni di euro nel 2008, i farmaci oncologici innovativi rappresentano il 34% del totale: 228 milioni di euro l'anno scorso, quest'anno destinati quasi a raddoppiare a circa 400 milioni".

Da qui l'esigenza di controllare che i nuovi anticancro siano prescritti ai pazienti che ne possono davvero beneficiare. Nonch di diffondere meccanismi come "il risk sharing, ossia il rimborso condizionato al risultato", prosegue Fazio. (segue)

(Opa/Adnkronos Salute)