Caso Englaro: Roccella, Eluana portata alla morte da una sentenza
Caso Englaro: Roccella, Eluana portata alla morte da una sentenza
Lavoriamo a una buona legge perche' cio' non avvenga piu'

Roma, 3 feb. (Adnkronos Salute) - Quello di Eluana Englaro, morta il 9 febbraio di un anno fa dopo oltre 17 anni di buio, " stato il primo caso in cui una sentenza ha portato un cittadino italiano alla morte". Cos il sottosegretario alla Salute Eugenia Roccella ricorda una delle "anomalie" della vicenda della giovane di Lecco, a un anno dal decesso. "Anomalo anche il modo in cui la sentenza stata applicata nella pratica - dice Roccella all'ADNKRONOS SALUTE - cio al di fuori delle regole del Servizio sanitario nazionale. Che nato per curare, e possibilmente guarire, i malati", sottolinea.

"E' anomalo che una persona sia entrata" in una struttura "con una gravissima disabilit, ma in buona salute, e sia stata condotta alla morte - osserva il sottosegretario - Stiamo lavorando a una legge sul testamento biologico e gi all'epoca della morte di Eluana avevamo detto che quello che le era successo non sarebbe dovuto accadere mai pi", ricorda.

Mentre proseguono i lavori sul Ddl sul fine vita in Commissione Affari sociali di Montecitorio, il sottosegretario assicura: "Stiamo lavorando perch con una buona legge, una legge di libert, quello che successo a Eluana Englaro non accada mai pi".

(Mal/Adnkronos Salute)