Caso Englaro: il legale, Eluana non ha sofferto
Caso Englaro: il legale, Eluana non ha sofferto
Campeis, autopsia ha confermato assoluta incoscienza e stato vegetativo irreversibile

Milano, 3 feb. (Adnkronos Salute) - A quasi un anno dalla morte di Eluana Englaro "parlano i fatti. Come l'autopsia sul cervello della ragazza, che ha confermato la diagnosi di irreversibilit totale del suo stato vegetativo e l'assoluta mancanza di coscienza". Lo sottolinea con forza all'ADNKRONOS SALUTE l'avvocato Massimiliano Campeis, uno dei legali di Beppino Englaro. "Eluana non ha sofferto. Una relazione di pi di 100 pagine mette a tacere tutti i dubbi sollevati nei giorni in cui era ricoverata a Udine per l'interruzione dell'idratazione e alimentazione artificiali".

L'avvocato torna con la mente al febbraio del 2009 e agli ultimi momenti vissuti dalla donna in stato vegetativo da 17 anni, per la quale la Corte d'appello di Milano aveva dato via libera al distacco dal sondino naso-gastrico che la teneva in vita. E pi che ai ricordi personali "che devono restare intimi", si affida ai punti fermi di questa vicenda. Rimarca "l'archiviazione del procedimento penale a carico di Beppino Englaro, Amato De Monte e i medici e gli infermieri che si presero cura di Eluana negli ultimi giorni della sua vita". L'epilogo per l'inchiesta per omicidio volontario, aperta dalla Procura di Udine a carico del pap di Eluana e altre 13 persone dopo la morte di Eluana, arrivato qualche settimana fa. "Ricordo il clima molto brutto di quei giorni, mentre l'indagine arrivata a un esito giusto".

E ora, conclude, " possibile una meditazione pi serena e distaccata. Credo che le tematiche del fine vita restino attuali e noi siamo pronti con l'Associazione per Eluana ad affrontarle. Ci che faremo in concreto dipender dall'iter legislativo della legge sul fine vita. L'obiettivo arrivare a una legge giusta che rispetti i diritti fondamentali delle persone". Non a caso, aggiunge il legale, "nel comitato scientifico figurano nomi importanti del mondo della medicina e del diritto". E' tutto pronto, prosegue Campeis: l'associazione sar presentata ufficialmente luned prossimo a Udine con una conferenza stampa, nella quale verranno forniti tutti i dettagli anche sull'ipotesi di sostenere l'associazione con il ricavato di eventuali richieste di risarcimento danni per calunnie e diffamazioni subite. Un incontro al quale parteciper anche Beppino Englaro.

(Lus/Adnkronos Salute)