Bellezza: occhio a extension-mania, rischio di chiazze e alopecia
Bellezza: occhio a extension-mania, rischio di chiazze e alopecia
Esperti Gb invitano a diffidare da prodotti a prezzi stracciati

Roma, 8 feb. (Adnkronos Salute) - Attenzione alla mania per le chiome artificialmente infoltite e allungate, specie se la promessa quella di un trattamento a prezzi stracciati. Mentre sempre pi donne non rinunciano a lunghe sedute dal parrucchiere pur di sfoggiare capelli lunghi e corposi, la Trichologial Society britannica mette in guardia contro i rischi delle 'extension a ogni costo'. Sempre pi parrucchieri, dicono gli esperti, le offrono a prezzi stracciati, ma non tutti avrebbero la preparazione necessaria per applicare le extension in modo corretto e sicuro per il cliente. Risultato? Secondo i tricologi sono in aumento le giovani donne con problemi come chiazze di calvizie e alopecia da troppe extension.

"Le persone che vogliono l'allungamento artificiale di solito hanno grandi aspettative - dice Barry Stevens, responsabile della Trichological Society, alla Bbc online - ma a volte tutto finisce in lacrime". Prima di tutto perch, se queste 'protesi' si portano troppo a lungo, "le conseguenze possono essere serie: i capelli possono rovinarsi anche in modo permanente", assicura Stevens. Tanto che gi uno studio pubblicato sul 'British Journal of Dermatology' mette in guardia le fedeli delle extension contro i possibili rischi. E, secondo alcuni ricercatori internazionali, i problemi con le chiome posticce o le ciocche di capelli veri applicati alle proprie sono molto pi frequenti di quanto non si dica. Inoltre, anche in assenza di problemi visibili, a lungo andare la cute potrebbe subire dei danni.

Stevens ha lavorato con molte donne che sono finite dall'avvocato dopo che le loro chiome erano state rovinate dalla corsa alle ciocche artificiali. Un'esperienza che lo porta a sostenere senza mezzi termini che le extension che si incollano, si cuciono o si attaccano con anelli metallici "dovrebbero essere bandite dal Regno Unito". (segue)

(Mal/Adnkronos Salute)