Aborto: Formigoni, in Lombardia difesa della vita e rispetto della legge
Aborto: Formigoni, in Lombardia difesa della vita e rispetto della legge

Milano, 2 apr. (Adnkronos Salute) - "In Regione Lombardia negli ultimi 15 anni la difesa accanita e la promozione della sacralit della vita dal concepimento alla fine naturale si sempre accompagnata al doveroso rispetto delle leggi nazionali, anche quando non condivise. E, viceversa, il rispetto dovuto alle leggi non ci ha mai impedito di perseguire con tutti i mezzi la promozione della vita". Lo afferma il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, commentando le polemiche sulla Ru486.

"Ricordo, fra i tanti provvedimenti varati in questi anni - prosegue Formigoni - il grande sostegno all'attivit dei centri di aiuto alla vita e dei consultori familiari, laici e cattolici, pubblici e privati, le leggi e gli stanziamenti in aiuto alla famiglia e i voucher familiari, le facilitazioni per la casa alle giovani coppie, i voucher per gli anziani e disabili e il quadruplicamento dei posti letto nelle residenze sanitarie per anziani e disabili, le politiche per i non autosufficienti, il buono scuola e il sistema delle doti per la scuola, la formazione, il lavoro, le donne, il merito: tutti temi nei quali Regione Lombardia ha promosso iniziative pi avanzate di qualunque altra Regione italiana e reperito notevoli fondi dai propri bilanci, ovviando anche a mancati contributi di fondi nazionali", precisa.

"Ci siamo anche opposti con successo e in modo rispettoso del diritto - aggiunge Formigoni - a sentenze di tribunali che volevano obbligarci a dare la morte ad Eluana Englaro in strutture regionali. E ricordo ancora l'istituzione del fondo speciale illimitato Nasko che dar un aiuto economico a tutte le partorienti in difficolt per scongiurare ogni aborto in Lombardia dovuto a motivi economici". (segue)

(Adnk/Adnkronos Salute)