Aborto: Roccella, chi non si atterra' a pareri Css si assuma responsabilita'
Aborto: Roccella, chi non si atterra' a pareri Css si assuma responsabilita'

Roma, 2 apr. (Adnkronos Salute) - "Il Consiglio superiore di sanit la massima autorit scientifica istituzionale in ambito sanitario: i suoi pareri non sono strettamente vincolanti, ma chi decidesse di seguire comportamenti difformi dovrebbe motivarli adeguatamente assumendosene una completa responsabilit". Lo sottolinea in una nota il sottosegretario alla Salute Eugenia Roccella, intervenendo nuovamente sulla pillola abortiva Ru486 e riconoscendo che "le Regioni, d'altra parte, hanno abbondanti margini di autonomia per tutto quello che riguarda le politiche sanitarie da seguire: dall'informazione ai cittadini, all'organizzazione sanitaria, ai piani pi efficaci per la prevenzione dell'aborto".

"A chi oggi attacca la posizione dei neo-governatori leghisti Cota e Zaia sulla Ru486 - scrive Roccella - ricordo che la diffusione della pillola abortiva in Italia avvenuta innanzitutto a seguito di votazioni favorevoli di consigli regionali e comunali, guidati da giunte di sinistra, che si sono espressi per l'uso di un farmaco quando ancora non era autorizzato in Italia, e hanno stilato protocolli e linee guida senza tenere conto dei pareri gi espressi dal Consiglio superiore di sanit".

"Non si pu quindi - dichiara il sottosegretario - invocare l'autorit dello Stato rispetto alle autonomie regionali solo a intermittenza, quando fa comodo al proprio schieramento politico". (segue)

(Red-Ile/Adnkronos Salute)