Aborto: a Milano poche richieste di Ru486, consultori aspettano indicazioni
Aborto: a Milano poche richieste di Ru486, consultori aspettano indicazioni
Ginecologi prendono tempo con chi vorrebbe usarla, ospedali non ce l'hanno ancora

Milano, 2 apr. (Adnkronos Salute) - A Milano pochissime donne si sono presentate in questi giorni nei consultori per chiedere di abortire con la pillola Ru486. E con le pazienti che dicono esplicitamente di voler ricorrere al metodo farmacologico, i ginecologi della metropoli prendono tempo: il farmaco non ancora arrivato negli ospedali lombardi - spiegano - e non possiamo aiutarle.

Siamo in una fase di passaggio, chiariscono diversi camici bianchi in forze nelle sale mediche, contattati dall'ADNKRONOS SALUTE. Alcuni di loro, di fronte alle richieste di qualche paziente, hanno anche provato a telefonare agli ospedali per accontentarle, ma inutilmente.

La linea generale, per, quella di temporeggiare. Prima di proporre la pillola Ru486 come alternativa all'aborto chirurgico alle donne che potrebbero farne uso secondo la normativa, la maggior parte degli specialisti preferisce "attendere indicazioni chiare dall'Asl di Milano" ed essere certi che le strutture sanitarie che praticano le interruzioni volontarie di gravidanza si siano adeguatamente organizzate.

(Lus/Adnkronos Salute)