Bioetica: Marino (Pd) su biotestamento, arrogante ignorare voce medici
Bioetica: Marino (Pd) su biotestamento, arrogante ignorare voce medici

Roma, 19 apr. (Adnkronos Salute) - Sarebbe "bizzarro approvare una legge che ha un impatto sui medici, che per la pensano in modo opposto. Non tener conto della voce dei 'camici bianchi'" in tema di testamento biologico " un approccio miope e arrogante". Lo sottolinea il senatore Ignazio Marino (Pd), presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta sull'efficacia e l'efficienza del Servizio sanitario, intervenendo oggi a Roma al I Convegno nazionale Cic (Collegio italiano dei chirurghi).

Marino commenta i dati dell'indagine presentata dall'Acoi (Associazione chirurghi ospedalieri italiani), evidenziando che "se il parere dei medici non sar ascoltato, in futuro gli specialisti si troveranno davanti a un dilemma: rispettare il codice deontologico o la legge? I chirurghi, infatti, si dicono contrari alla nutrizione obbligatoria senza tener conto della volont del paziente, ma una legge approvata con l'attuale articolo 3 va nella direzione opposta". E i tempi si stringono.

"Alla Camera si arrivati ad esaminare in Commissione l'articolo 5, e il testo quasi pronto a tornare in Aula. Dunque - prosegue Marino - c' una dicotomia tra la direzione presa dal Parlamento e il pensiero dei medici. Penso che il legislatore dovrebbe tener conto delle posizioni" espresse oggi. E' importante garantire ai 'camici bianchi' "la possibilit di partecipare a un dibattito. Se poi si decider di votare comunque il testo cos com' - conclude Marino - allora si potr solo ricorrere agli strumenti che la legge mette a disposizione".

(Mal/Adnkronos Salute)