Sanita' Calabria: Cgil e Auser Cosenza, ambulatorio senza confini per migranti
Sanita' Calabria: Cgil e Auser Cosenza, ambulatorio senza confini per migranti

Cosenza, 19 apr. - (Adnkronos Salute) - La Cgil e l’Auser di Cosenza hanno promosso un ‘ambulatorio medico senza confini’, che si rivolge principalmente ai migranti senza tutela sanitaria (ma sar aperto a tutti i cittadini). La struttura sar operativa dal 5 maggio nella sede di via Manzoni nel quartiere dello Spirito Santo di Cosenza. Durante la sperimentazione del servizio, che durer circa un mese, l’Auser e la Cgil hanno deciso di partire con un profilo basso: nonostante abbiano dato la loro disponibilit pi di cinquanta tra medici e paramedici, spiegano dal sindacato, in questa prima fase l’ambulatorio potr contare su cinque medici di base, che hanno fornito anche le attrezzature e i farmaci di base necessari, tre infermieri e tre mediatori linguistico-culturali.

Per il momento saranno due i giorni settimanali di apertura, ma non escluso che si possa aumentare l’orario di funzionamento, gli operatori, pure con medici specialisti, e le prestazioni fornite. Al progetto hanno gi aderito la Provincia, le circa venti associazioni che fanno capo a Baobab e la Caritas. I promotori si pongono l’obiettivo di allargare il ventaglio di associazioni e istituzioni da coinvolgere, a cominciare dall’Azienda sanitaria e dall’Azienda ospedaliera di Cosenza. L’ambulatorio servir inoltre da centro di ascolto e in sinergia con il dipartimento di sociologia dell’Unical mirer alla realizzazione di una sorta di mappa del disagio e dei relativi bisogni.Ulteriori dettagli sullo spirito del progetto e sul funzionamento del laboratorio saranno illustrati mercoled alle 17 nella sede dell’Auser di Cosenza, durante l’iniziativa sul tema ‘Nessuna discriminazione sul diritto alla salute, ambulatorio medico senza confini’.

Coordina Luigi Ferraro, presidente Auser Cosenza, illustra il progetto Valerio Formisani, medico Funzione pubblica Cgil. Intervengono: Giovanni Donato, segretario Cgil Cosenza, Piero Fantozzi, sociologo e docente Unical, Donato Loprieno, costituzionalista e docente Unical, Luigi Scalise, rappresentante di Emergency, Antonio Levato, presidente regionale Auser, associazioni e comunit di migranti e Rom. Saranno presenti rappresentanti delle istituzioni, delle associazioni sindacali, del mondo della politica, della cultura e del volontariato.

(Adnk/Adnkronos Salute)