Sanita': 'Trenta ore per la vita' per i bambini in ospedale (2)
Sanita': 'Trenta ore per la vita' per i bambini in ospedale (2)
Testimonial Lorella Cuccarini

(Adnkronos Salute) - "Anche quest'anno - dichiara la testimonial dell'iniziativa, Lorella Cuccarini - porto in video la mia testimonianza come madre: nella scorsa edizione ho conosciuto tante donne africane sieropositive in stato di gravidanza; quest'anno sar al fianco di tante donne italiane che vivono l'incubo di un figlio ricoverato in ospedale. La malattia di un bambino colpisce un'intera famiglia. In modo particolare la mamma che spesso deve dividersi tra il figlio ricoverato e gli altri che rimangono a casa. Con tante questioni pratiche da risolvere e un dolore silenzioso nel cuore".

Trenta ore per la vita 2010 ha ricevuto l'Alto patronato del presidente della Repubblica, il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei ministri, del ministero della Salute, del ministro per le Pari opportunit e del Segretariato sociale Rai.

E' possibile contribuire alla causa di Abio attraverso donazione su c.c postale n. 571.000 o bonifico bancario su c/c 30303030 (Iban IT96 O 03002 03270 000030303030), entrambi intestati alla 'Associazione Trenta Ore per la Vita Onlus'; carte di credito (numero verde 800-332211 oppure online sul sito Internet www.trentaore.org); Bancomat e tutti gli sportelli UniCredit Banca, UniCredit Banca di Roma e Banco di Sicilia. Dal 15 al 25 aprile attivo inoltre il numero unico solidale 45507, per inviare sms da 2 euro da cellulari Tim, Vodafone, Wind, 3 e CoopVoce, oppure per chiamare da telefono fisso Telecom Italia, Infostrada e Fastweb (donazione di 5 o 10 euro a scelta).

(Com-Opa/Adnkronos Salute)