Vaccini: l'appello dei genitori di 2 bimbi vittime di meningite
Vaccini: l'appello dei genitori di 2 bimbi vittime di meningite
rappresentano unica arma per sconfiggerla

Roma, 28 apr. (Adnkronos Salute) - "Non credevo esistessero ancora oggi malattie che in poche ore possono portarti via tuo figlio: a me successo e mi rendo conto che l'unica salvezza per il mio bambino di due anni e mezzo, bello come si belli a quell'et, sarebbe potuto essere un vaccino contro la meningite B", che non ancora disponibile, ma su cui le aziende farmaceutiche stanno lavorando. A parlare Vincenzo Franza, padre di una piccola vittima della malattia causata dal temibile batterio meningococco B, intervenuto con la sua testimonianza al convegno 'Le nuove sfide della meningite per la salute pubblica' organizzato oggi a Roma in occasione del World Meningitis Day 2010.

Franza ha dovuto fare i conti con la malattia lo scorso dicembre 2009: "Anche se devo dire che, pur abitando in Sicilia, l'assistenza stata ottima, in circa quattro ore mio figlio morto. Non sono serviti gli sforzi dei rianimatori, dei cardiologi, dei neurologi dell'ospedale di Messina. Mio figlio era immunizzato contro il meningococco C e con molta tristezza ho poi saputo che proprio nella nostra citt si sta svolgendo la sperimentazione clinica del vaccino contro il meningococco B".

"Rivolgo un appello sia ai medici che ai genitori scettici nei confronti delle vaccinazioni: oggi - dice - l'unico modo per combattere la meningite B far s che non si instauri. E il solo sistema per farlo immunizzare i vostri figli". (segue)

(Bdc/Adnkronos Salute)