Fecondazione: Roccella, parte magistratura convinta di fare leggi meglio di Parlamento
Fecondazione: Roccella, parte magistratura convinta di fare leggi meglio di Parlamento
Illusione pericolosa per democrazia

Roma, 7 ott. (Adnkronos Salute) - "La parte della magistratura che vuole attaccare la legge 40 per via giudiziaria, ha l'illusione giacobina di essere una casta capace di fare le leggi meglio del Parlamento italiano". Ne convinta il sottosegretario alla Salute Eugenia Roccella, intervenuta in diretta su Radio Vaticana a un approfondimento sulla legge che regola la fecondazione assistita.

Questo atteggiamento, per Roccella, "non vale solo per la legge 40: se una legge ai giudici non piace si cambia piano piano, attraverso le sentenze dei Tribunali, aprendo varchi sui singoli casi, e il ricorso alla Consulta, che pu cambiare veramente la normativa. Vedo che c' una parte della magistratura che ha questa illusione elitaria, davvero pericolosa per la democrazia: il Parlamento il luogo dove si combatte per fare una legge, dove il popolo viene rappresentato. Nessuno vota i magistrati", conclude, non sbilanciandosi sulla possibile decisione della Corte costituzionale sulla fecondazione eterologa: "I pronostici sono difficili".

(mad/Adnkronos Salute)