Pediatria: tetano uccide 1 neonato ogni 9 minuti, al via missione vaccini
Pediatria: tetano uccide 1 neonato ogni 9 minuti, al via missione vaccini
Si compra 1 detersivo e si dona 1 dose, in 40 Paesi a rischio 170 mln donne

Milano, 7 ott. (Adnkronos Salute) - Continua a uccidere neonati, al ritmo di uno ogni 9 minuti. Il tetano neonatale, malattia sconfitta e ormai dimenticata nel ricco Occidente, ancora una piaga in 40 Paesi del mondo: 170 milioni le donne a rischio con i loro beb. Nonostante esista da oltre 80 anni un vaccino. Un prodotto low cost in grado di prevenire morti inutili. Ne basterebbero due dosi, da somministrare alle mamme in gravidanza, per salvare 59 mila neonati l'anno (tanti sono i morti stimati dall'Oms). A questo obiettivo punta la missione vaccini varata da Unicef in partnership con Procter&Gamble: depennare uno ad uno dalla 'lista nera' i 40 Paesi di Asia e Africa dove il tetano neonatale fa ancora stragi, ed eradicare cos la malattia entro il 2015.

Una "missione possibile", conferma il direttore generale di Unicef Italia, Roberto Salvan. "E' gi stata raggiunta in 18 Paesi". Da ottobre al 31 dicembre chi comprer un detersivo del marchio Dash (giunto ormai alla sua ottava campagna sociale), automaticamente doner un dose alla causa. L'operazione coinvolger anche altri marchi (Az, Bolt, Fairy, Infasil, Mastro Lindo, Oral-B, Swiffer, Viakal) con lo stesso meccanismo. E la multinazionale si impegna a versare l'equivalente del costo di un vaccino (5,3 centesimi) anche per ogni persona che si registrer sui siti www.missionebonta.it e www.desiderimagazine.it.

"A gennaio 2011 comunicheremo i risultati della campagna", spiega Sami Kahale, presidente e amministratore delegato di Procter&Gamble Italia. "La sfida - prosegue - si inserisce nella strategia di sviluppo sostenibile dell'azienda, che ci vede impegnanti a migliorare le condizioni di vita di almeno 300 milioni di bimbi in difficolt entro il 2012". E 386 milioni il numero minimo di dosi che la multinazionale intende donare (l'Italia potrebbe contribuire per il 15%) con questa campagna, gi avviata nel 2006 in Regno Unito. Il traguardo raggiunto: 100 milioni di mamme con beb vaccinate. (segue)

(Lus/Adnkronos Salute)