Sanita' Umbria: inchiesta Asl 3, Giunta revoca incarico a dg Agenzia regionale
Sanita' Umbria: inchiesta Asl 3, Giunta revoca incarico a dg Agenzia regionale

Perugia, 7 ott. (Adnkronos Salute) - Maria Gigliola Rosignoli, indagata dalla procura di Perugia nell'ambito dell’inchiesta sulla Asl 3 di Foligno, stata revocata questa mattina dalla Giunta regionale dal suo incarico di direttore dell'Agenzia umbria sanit (Aus).

"Con questo atto la Giunta regionale - dichiara la presidente della Regione Catiuscia Marini - intende assicurare tutta quella serenit necessaria all'attivit gestionale e amministrativa dell'Agenzia umbria sanit, in una fase importante di riorganizzazione e razionalizzazione della spesa sanitaria, con particolare riferimento agli acquisti e forniture. Al tempo stesso, nel ribadire la piena distinzione dei ruoli tra indirizzo politico, di competenza della Giunta regionale, e attivit tecnico-gestionale, di competenza dei direttori generali, si vuole evitare ogni forma di strumentalizzazione anche di natura politica che possa mettere in dubbio la trasparenza, la correttezza e l'imparzialit della pubblica amministrazione in un ambito cos delicato come quello della gestione ed organizzazione del servizio sanitario pubblico, per il quale il Governo regionale ha responsabilit dirette, soprattutto nell'attuale fase di attuazione del federalismo".

Rosignoli, indagata per peculato, al momento rimane ancora direttore generale della Asl 3 di Foligno, al centro dell'inchiesta. A tal proposito, la presidente Marini ha aggiunto: "Sono fiduciosa e rispettosa dell'attivit di indagine in corso da parte dell'autorit giudiziaria, e mi riservo di assumere ulteriori decisioni, anche di natura collegiale, riguardanti la Asl 3 Foligno-Spoleto-Valnerina, sulla base delle informazioni che saranno fornite dalle autorit competenti al termine delle indagini".

(Adnk/Adnkronos Salute)