Salute: Mdc Lazio, 3 spot e molte iniziative contro obesita' infantile
Salute: Mdc Lazio, 3 spot e molte iniziative contro obesita' infantile

Roma, 15 ott. (Adnkronos Salute) - Mangiare cibi sani, rispettare una dieta equilibrata, fare tanto movimento e giocare all’aria aperta. Sono alcuni dei suggerimenti che il Movimento difesa del cittadino (Mdc) Lazio, attraverso tre video spot di sensibilizzazione e prevenzione dell’obesit infantile, d ai genitori e alle famiglie per educare i bambini e i ragazzi a uno stile di vita corretto e ad abitudini alimentari sane.

I numeri dell'obesit infantile del Lazio sono allarmanti. Nella Regione, infatti, ben 114.783 i bambini tra i 6 e gli 11 anni obesi o in sovrappeso. In particolare il 26% dei bambini tra gli 8 e i 9 anni che frequentano la terza elementare in sovrappeso, il 13% obeso. Per questo, all'interno del programma utenti e consumatori 2009 della Regione Lazio, il Mdc Lazio ha promosso il progetto 'Bimbi InForma', mettendo in campo una serie di azioni contro l’obesit infantile tra i bambini e i ragazzi dai 6 ai 13 anni, alle loro famiglie e alle scuole.

Tra le iniziative i tre spot di sensibilizzazione, della durata di 30 secondi ciascuno, visibile sul sito www.mdclazio.it/bimbiinforma e su Youtube www.youtube.com/user/BIMBINFORMA. Video che nei prossimi giorni saranno trasmessi anche attraverso i social network (Facebook), siti Internet specializzati nell’infanzia e nella salute, bookmark sociali o sistemi di editoria sociale (come OkNotizie e Segnalo). Il progetto prevede, inoltre, la distribuzione di un manuale pratico per i genitori, l’attivazione di un Numero Verde 800.913514 , un’e-mail lazio@mdc.it e uno sportello a Piazza dei Geografi 22, attraverso i quali le famiglie potranno ricevere assistenza e avere informazioni su quali Asl della regione Lazio hanno attivato servizi di assistenza sociosanitari specializzati sulla nutrizione e l’obesit infantile. Successivamente sar stimata la quantit dei servizi offerti alle famiglie con bambini. E risultati del progetto, saranno raccolti in un dossier.

(Com- Ram/Adnkronos Salute)