Fumo: a Milano record addicted under 18, in farmacie centri 'antibionde'
Fumo: a Milano record addicted under 18, in farmacie centri 'antibionde'
Debuttano 5 comunali con spazi e professionisti 'addestrati' da Istituto tumori

Milano, 27 ott. (Adnkronos Salute) - Farmacisti 'antifumo' debuttano a Milano, la metropoli dalla sigaretta sempre accesa, dove si registra il record italiano di minorenni con la 'bionda' in mano (20 su 100, contro la media nazionale di 12 su 100). Dieci professionisti, addestrati dall'Istituto nazionale tumori (Int), da ottobre gestiscono dei mini-centri ricavati in 5 farmacie comunali, con il supporto di una psicologa dell'ambulatorio antifumo dell'Irccs di via Venezian che sar presente, a supporto dei farmacisti antifumo e dei tabagisti intenzionati a smettere, per tre ore a settimana in ciascun esercizio.

Il servizio - promosso dall'assessorato alla Salute del Comune di Milano, dall'Int che ospita da anni un centro antifumo da mille visite l'anno, e da 5 delle farmacie comunali del gruppo Admenta - gratuito, spiegano oggi i promotori durante l'incontro di presentazione a Palazzo Marino. Accedere agli spazi, in cui si prester un sostegno di primo livello, facile. Il tabagista tentato dalla voglia di liberarsi dal vizio pu entrare nella farmacia sotto casa e cominciare il percorso con alcuni test necessari per 'misurare' la propria dipendenza. Il primo passo quello di soffiare dentro una macchinetta che misura il monossido di carbonio presente nell'aria espirata, un test che permette all'esperto di capire quante sigarette aspira realmente il fumatore. L'identikit viene completato con dei questionari sulla dipendenza dal tabacco e sul grado di motivazione che supporta la scelta di dire addio alle 'bionde'.

"Si inizia a compilare una vera e propria cartella clinica - riferisce Roberto Boffi, responsabile del Centro danni da fumo dell'Int - e si studia con il fumatore un percorso su misura per arrivare al traguardo della disassuefazione. Si tratta di un intervento scientificamente validato. I farmacisti sono stati formati all'Int e sono in contatto continuo con gli esperti dell'istituto, dalla psicologa alla dietologa. Spesso il tabagista solo nella sua guerra personale contro il vizio. Noi professionisti antifumo vogliamo aiutarlo e stargli vicino". (segue)

(Lus/Adnkronos Salute)