Disabili: Coscioni chiede 'ospitalita'' a Fazio e Saviano, leggero' mio decalogo
Disabili: Coscioni chiede 'ospitalita'' a Fazio e Saviano, leggero' mio decalogo
L'esponente dei radicali, un lungo digiuno per verita' su Lea e nomenclatore protesi

Roma, 26 nov. (Adnkronos Salute) - "Anch'io ho scritto un 'decalogo per la vita' e chiedo di poterlo leggere a 'Vieni Via con me'". A dirlo la deputata radicale Maria Antonietta Farina Coscioni che interviene sul dibattito aperto dalla trasmissione di Fazio e Saviano sui diritti dei disabili nella scelta delle cure, con le critiche dei movimenti per la vita per gli interventi di Beppino Englaro e Mina Welby.

"Siamo alla fiera dell'ipocrisia e delle vanit - spiega Farina Coscioni in una nota - che arriva a lottare per accaparrarsi soldi pubblici per associazioni private. Beninteso: in nome dei malati. Non gi per consentire a tutti i malati e i disabili pari opportunit nell' ottenere cura ed assistenza, ausili, per migliorare la qualit della vita dal momento della diagnosi al momento della morte, consentendo loro di scegliere".

"Questa una differenza che voglio sia conosciuta. Perch uscisse fuori la verit sulla mancata approvazione da parte del Governo dei nuovi Lea (Livelli Essenziali di Assistenza) e l'aggiornamento del Nomenclatore degli ausili e delle protesi precisa- ho dovuto digiunare e a lungo. Una lotta, elusa, ignorata. Forse perch non chiedevo e non chiedo nulla per me, per noi radicali, per le associazioni ma perch ponevo il problema del diritto del malato ad avere gli strumenti adeguati per decidere" (segue).

(Com-Ram/Adnkronos Salute)