Farmacie: Racca, riordino fissi regole certe senza distruggere sistema (2)
Farmacie: Racca, riordino fissi regole certe senza distruggere sistema (2)
La presidente dei titolari, 4 maxi-argomenti al centro della due giorni a Milano

(Adnkronos Salute) - Quattro, riassume Racca, i maxi-argomenti nell'agenda dei lavori della Convention. Una due giorni che si aprir domani alle 14.30 con i saluti delle autorit (fra le presenze annunciate quelle del sindaco di Milano Letizia Moratti, del presidente della Provincia Guido Podest e del governatore lombardo Roberto Formigoni). Sempre domani atteso anche il presidente della Commissione Igiene e Sanit del Senato Antonio Tomassini, primo firmatario insieme a Maurizio Gasparri del Ddl 863 'Disposizioni normative in materia di medicinali ad uso umano e di riordino dell'esercizio farmaceutico'.

Lunga lista di ospiti dal mondo della politica per la mattinata di domenica (dalle 10). Mentre la sessione pomeridiana (ore 14) sar dedicata a una riflessione sulla farmacia dei servizi, dopo l'ok della Conferenza Stato-Regioni ai decreti attuativi del decreto legislativo 153/09, che permettono ai 'negozi con la croce verde' di offrire nuove opportunit al cittadino: dalla prenotazione di prestazioni ambulatoriali al pagamento dei relativi ticket e al ritiro referti; dai test per il controllo di glicemia, colesterolo e trigliceridi alla dispensazione e consegna a domicilio di farmaci, dispositivi medici, mix per la nutrizione artificiale e antidolorifici, fino alla dispensazione di farmaci a distribuzione diretta per conto delle strutture sanitarie. Grazie alla collaborazione con altre figure professionali come l'infermiere e il fisioterapista, poi, potranno essere fornite a domicilio specifiche prestazioni richieste dal medico di famiglia o dal pediatra di libera scelta.

Ne discuteranno con Racca il presidente di Farmindustria Sergio Domp, il presidente della Fofi (Federazione Ordini farmacisti italiani) Andrea Mandelli, il segretario nazionale Fimmg (Federazione italiana medici di medicina generale) Giacomo Milillo, il presidente Sunifar Alfredo Orlandi, e il presidente dell'Aifa (Agenzia italiana del farmaco) Sergio Pecorelli. (segue)

(Opa/Adnkronos Salute)